Batterio New Delhi: sale a 31 il numero di morti sospette

75 casi isolati fra novembre 2018 ed agosto 2019: uno di questi è registrato a Careggi

Tra il novembre del 2018 e il 31 agosto 2019 in Toscana ci sono state 31 morti sospette in relazione al New Delhi, il batterio resistente agli antibiotici scoperto nel 2009 da un paziente che era rientrato dall'India.

A riferirlo sono fonti sanitarie sulla base del monitoraggio sulla diffusione del batterio pubblicato dall'Azienda regionale di sanità. Sale dunque il numero di decessi che potrebbero essere stati causati proprio dal New Delhi dalla fine del 2018: nei giorni scorsi la Regione aveva parlato di 17 casi. 

Sono stati 75, in totale, i pazienti nei quali è stato isolato il New Delhi. Fra questi un solo caso si è registrato all'ospedale di Careggi di Firenze. Il maggior numero di pazienti sono stati ricoverati all'ospedale Cisanello di Pisa.

"Fino al 31 agosto, il monitoraggio ha portato a identificare 708 ricoverati portatori del ceppo batterico: su questi ricoverati sono state applicate misure igieniche di contenimento", fa sapere la Regione.

Sul tema, l'assessore al diritto alla salute Stefania Saccardi ha risposto in Consiglio Regionale a un'interrogazione del consigliere di Forza Italia Fabrizio Marchett.

Nella risposta, l'assessore ha reso noti i dati del monitoraggio e ha riepilogato tutte le azioni messe in atto sin dall'inizio dalla Regione, in costante contatto con il Ministero della Salute: tra queste, la costituzione, il 27 maggio, dell'Unità di crisi regionale, tuttora attiva, della quale fanno parte professionsiti esperti in materia di infezioni correlate all'assistenza nelle diverse discipline coinvolte, del Ssr, dell'Ars e del Grc (Centro regionale gestione rischio clinico); e il decreto del 26 luglio, con tutte le indicazioni alle Aziende sanitarie per quanto riguarda le misure di prevenzione e controllo per il contenimento della diffusione dell'epidemia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Coronavirus: dipendente Esselunga risultato positivo al Covid-19

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, l'Einaudi Institute: "La Toscana arriverà per ultima a quota zero contagi"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento