Batistuta, la grande festa: divieti e ingressi / FOTO

Batigol: "Il posto dove faremo la festa non è qualunque, ancora sono nel dubbio se me lo merito davvero intanto però me lo godo"

Domenica sarà una giornata impegnativa per Firenze. La mattina il presidente del consiglio Conte e il ministro dell'economia Tria prenderanno parte al Festival sull'economia civile in Palazzo Vecchio, alle 15 al Franchi sarà disputata Fiorentina-Torino e poi dalle 17 ci sarà la grande festa in piazza della Signoria per i 50 anni di Gabriel Omar Batistuta. 

Questo pomeriggio Batigol, assieme al sindaco Nardella e agli organizzatori della festa, ha incontrato i giornalisti. 

"Sono onorato - ha raccontato in Palazzo Vecchio -, mi sento da tanto tempo un cittadino di Firenze, il vostro amore mi sembra sempre troppo e mi fa molto piacere, il posto dove faremo la festa non è qualunque, ancora sono nel dubbio se me lo merito davvero intanto però me lo godo". E infatti piazza della Signoria è un luogo storico e simbolico della città.

"Qui ci vengono accolti i papi e i capi di Stato, noi abbiamo pensato che fosse giusto festeggiarti in questa piazza - ha detto il primo cittadino - come per scherzo abbiamo detto che per i 50 anni di Omar avremmo fatto una grande festa in città e invece siamo riusciti a mettere in piedi questa iniziativa con i fiorentini".  

"Oggi, con i miei genitori, ho passeggiato per il centro di Firenze e nessuno mi ha chiesto spiegazioni sulla partita della domenica prima, per la prima volta ho camminato tranquillamente per la città, mi hanno fermato per fare autografi o foto, mia mamma ha capito che mi volete ancora bene".

Così Gabriel Omar Batistuta ha risposto questo pomeriggio ai giornalisti che gli chiedevano se si vedeva con un ruolo nell'attuale squadra della Fiorentina. Il calciatore, con la sua grande umiltà, ha detto che la Fiorentina sta facendo bene e che non gli pare che i Della Valle stiano pensando ad un ruolo per lui. 

Batistuta: in piazza della Signoria la festa per i 50 anni

Tutta la famiglia di Batigol è già arrivata in città per la festa di domenica, ci sono: i genitori, la moglie Irina, i suoi quattro figli e una delle sue sorelle. 

Batistuta sta girando un documentario sulla sua vita dal titolo 'El numero nueve', ha raccontato: "Ogni volta che Pablo (il regista, ndr.) mi fa rivivere un momento della mia vita, mi emoziono sempre ma intendiamoci non vedrete scendere una lacrima". 

Batistuta: "I fiorentini mi vogliono ancora bene"

Batistuta: le anticipazioni della festa

Ci saranno gli sbandieratori degli Uffizi, sarà proiettato un video dei 50 più bei gol di Batistuta ed anche un trailer del documentario sulla sua vita.

Tra gli ospiti ci saranno sicuramente mister Pioli, Antognioni e poi alcuni giocatori della Fiorentina (Pezzella, Simeone)

Batistuta: l'organizzazione della festa

Per motivi di sicurezza l’accesso alla piazza per il pubblico avverrà a partire dalle 17 di domenica 31 marzo esclusivamente da via Vacchereccia e da via dei Calzaiuoli, mentre per le persone disabili un accesso riservato è in via della Ninna.

Inoltre, sempre per motivi di sicurezza, è stata emessa una apposita ordinanza  del sindaco che recepisce le richieste del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica riunitosi in prefettura con la quale viene fatto divieto di far entrare botti, vetri, lattine e spray urticante per autodifesa in piazza della Signoria. I divieti saranno in vigore dalle 16 del 31 marzo fino alle 21 dello stesso giorno. Nello specifico l’ordinanza prevede che in questo lasso di tempo in piazza della Signoria sarà vietato vendere per asporto bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro e lattine, somministrare per asporto bevande di qualsiasi natura in bicchieri o altri contenitori di vetro e lattine e sarà vietato detenere, anche per proprio consumo, bevande di qualsiasi natura in contenitori di vetro e lattine. É proibito poi vendere o detenere o far esplodere artifici pirotecnici sia classificati che di libera vendita, e qualsiasi altro materiale esplodente e detenere bombolette spray urticanti per autodifesa. La stessa ordinanza obbliga gli esercizi pubblici situati nelle località interessate dal divieto di vendita esporre in maniera ben visibile il cartello di avviso recante questi divieti.

All’ingresso della piazza, in cui è prevista una capienza controllata, saranno effettuate verifiche per evitare che vengano inseriti oggetti pericolosi come  bombolette spray, caschi, valigie, aste da selfie etc. .

Per consentire lo svolgimento dell’evento inoltre si rende necessario anche l’istituzione del divieto di sosta in via delle Farine a partire dalle ore 00,00 del 31 marzo fino alle 4 del 1 aprile. Infine il museo di palazzo Vecchio per l’occasione chiuderà alle 17 (pertanto l’ultimo biglietto emesso sarà alle 16).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uomo morto nella sua auto: è il genero di Roberto Cavalli

  • Tramvia sovraffollata, la Cgil: “Situazione insostenibile"

  • Via Palazzuolo: completamente nuda semina il panico in strada

  • Versilia: fiorentina muore durante una gita in montagna

  • Aeroporto di Peretola: nuovi voli da Firenze grazie a Vueling

  • Piero Pelù si è sposato con Gianna / FOTO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento