Bandiera neonazista in caserma: carabiniere reintegrato

Nessun procedimento perché non è un simbolo della dittatura di Hitler

"Quella bandiera non è nazista" e proprio per questo motivo la punizione al carabiniere va tolta. È quanto deciso del Comando del quinto reggimento carabinieri Emilia Romagna che ha annullato la sanzione decisa dal comando del sesto battaglione della Toscana nei confronti del carabiniere che aveva esposto la bandiera del Secondo Reich in camerata. E' quanto riportato dal Corriere fiorentino.

A novembre una testata online aveva ripreso dall'esterno una bandiera esposta in una camerata della caserma dei Viali. Il vessilo è utilizzato dai gruppi neonazisti nelle manifestazioni pubbliche tedesche perché in Germania è proibito ogni simbolo della dittatura di Adolf Hitler. Di fatto non è una bandiera nazista ma del Reich.

Il Comando ha inoltre disposto che tutti gli atti siano inviati in Procura per eventuali valutazioni nei confronti di chi fece la foto di quella bandiera. Il carabiniere, iscritto alla facoltà di Storia alla Sapienza, difeso dagli avvocati Giorgio Carta e Giuseppe Piscitelli, ha sempre spiegato di non essere neonazista. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    E' morta Marella Caracciolo, la moglie dell'Avvocato Agnelli

  • Cronaca

    Meyer: bambino ricoverato in rianimazione per meningite

  • Incidenti stradali

    Incidenti: auto del car sharing contro una colonna

  • Cronaca

    San Casciano: rapina in villa, paura per due anziani

I più letti della settimana

  • Tramvia: linea 2 strapiena, la protesta di un fiorentino

  • Tragedia a Calenzano: 21enne muore in polisportiva

  • Morto Salvatore Spera: il re della pizza a Firenze

  • Incendio all'Uci Cinemas di Campi Bisenzio: evacuate 1200 persone

  • Incidente alle Cure, giovane in condizioni disperate: il guidatore dell'auto era ubriaco / FOTO

  • Tramvia, la Soprintendenza: “La linea per Bagno a Ripoli così non si può fare”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento