Bandiera neonazista in caserma: carabiniere reintegrato

Nessun procedimento perché non è un simbolo della dittatura di Hitler

"Quella bandiera non è nazista" e proprio per questo motivo la punizione al carabiniere va tolta. È quanto deciso del Comando del quinto reggimento carabinieri Emilia Romagna che ha annullato la sanzione decisa dal comando del sesto battaglione della Toscana nei confronti del carabiniere che aveva esposto la bandiera del Secondo Reich in camerata. E' quanto riportato dal Corriere fiorentino.

A novembre una testata online aveva ripreso dall'esterno una bandiera esposta in una camerata della caserma dei Viali. Il vessilo è utilizzato dai gruppi neonazisti nelle manifestazioni pubbliche tedesche perché in Germania è proibito ogni simbolo della dittatura di Adolf Hitler. Di fatto non è una bandiera nazista ma del Reich.

Il Comando ha inoltre disposto che tutti gli atti siano inviati in Procura per eventuali valutazioni nei confronti di chi fece la foto di quella bandiera. Il carabiniere, iscritto alla facoltà di Storia alla Sapienza, difeso dagli avvocati Giorgio Carta e Giuseppe Piscitelli, ha sempre spiegato di non essere neonazista. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Astori: due medici indagati per omicidio colposo  

  • Cronaca

    Maxi protesta: lungo sciopero dei benzinai

  • Cronaca

    Piazza Annigoni: 4 mesi di lavori per il nuovo mercato dell’antiquariato

  • Cronaca

    Uffizi: “Schmidt resti direttore, il museo vetrina internazionale come non mai”

I più letti della settimana

  • Mattarella in città: 13enne investito da moto della polizia 

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Incidente stradale tra auto e motorini: grave scooterista / FOTO

  • Duomo: massacrato di botte per il cellulare 

  • Paura in centro: spray al peperoncino in strada 

  • Gavinana: incendio in appartamento in Viale Giannotti / VIDEO

Torna su
FirenzeToday è in caricamento