Banca Etruria, Codacons: bene perquisizioni Finanza dopo suicidio

Carlo Rienzi: "Ricostruire i fatti e accertare le responsabilità connesse al suicidio del pensionato"

Il Codacons plaude l’iniziativa della Procura di Civitavecchia che ha disposto perquisizioni tramite la Guardia di Finanza nella sede di Banca Etruria, relativamente al caso del pensionato Luigino D'Angelo, suicidatosi dopo aver perso tutti i propri risparmi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Procura, che indaga a seguito dell’esposto Codacons in cui si ipotizzava il reato di istigazione al suicidio, ha accolto in pieno la nostra richiesta e sta procedendo ad effettuare perquisizioni presso la sede della banca – spiega il Presidente Carlo Rienzi –. Tale operazione è di fondamentale importanza per ricostruire i fatti e accertare le responsabilità connesse al suicidio del pensionato, e per tale motivo auspichiamo massima severità e rigore nelle doverose verifiche."

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Einaudi Institute: "La Toscana arriverà per ultima a quota zero contagi"

  • Fare la spesa in Toscana al tempo del Covid-19: ecco cosa cambia

  • Bambini mezz'ora a spasso, Prato contro Firenze: "Allucinante, vi siete accorti che c'è una pandemia?"

  • Coronavirus, emergenza studenti fuori sede: “In 10mila non riescono più a pagare l’affitto”

  • Coronavirus: fase acuta dell'emergenza, i casi nel Fiorentino 

  • Coronavirus: il quartiere è deserto e una famiglia di anatre arriva fino alla farmacia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento