Banca Etruria, Pier Luigi Boschi di nuovo indagato

Fascicolo sulle obbligazioni dopo le sanzioni Consob: coinvolti in 21, fra di essi anche ex presidenti

C'è un nuovo fascicolo nelle indagini sul crac di Banca Etruria. E fra gli indagati dalla Procura di Arezzo ci sarebbe anche Pier Luigi Boschi, padre del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio ed ex Ministro Maria Elena. La notizia, anticipata ieri dal quotidiano La Verità, ha scatenato una nuova bufera, dentro la quale infiammano le polemiche politiche.

Secondo quanto si è appreso si tratterebbe di un filone aperto dopo sanzioni comminate dalla Consob per obbligazioni vendute a clienti che non avrebbero avuto il profilo per acquistarle. Oltre a Boschi nell'indagine sarebbero coinvolte altre 20 persone, fra le quali anche altri membri e presidenti del Cda della banca, come Lorenzo Rosi e Giuseppe Fornasari. Le ipotesi di reato sarebbero il falso in prospetto e il ricorso abusivo al credito.

Sulla questione è coinvolta anche la Commissione d'inchiesta sulle banche istituita in Parlamento: il procuratore di Arezzo Roberto Rossi, ascoltato giovedì scorso dalla stessa commissione, aveva escluso qualunque ulteriore coinvolgimento di Boschi nelle indagini. Secondo Carlo Sibilia, capogruppo in commissione Finanze del Movimento 5 Stelle, "l'omissione da parte del procuratore di Arezzo Roberto Rossi è solo l'ultimo degli episodi inquietanti che circondano la vicenda di Banca Etruria", accusando il Pd di aver prima "usato l'istituto e poi, quando la nave ha cominciato a scricchiolare, l'hanno abbandonata lasciando i risparmiatori a bordo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secca la replica del Pd dalle parole di Franco Vazio, parlamentare Pd e componente della commissione d'inchiesta: "L'insistenza di fare confusione su Banca Etruria nasconde l'obiettivo di non parlare dei veri problemi delle banche. I 5 Stelle sono incompetenti e non conoscono regole e leggi. Ai 5 Stelle interessa solo la famiglia Boschi". Duro Mdp che chiede le dimissioni del Sottosegretario Boschi per bocca del senatore Miguel Gotor, mentre il leader della Lega Salvini chiede "un'ispezione in Procura ad Arezzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento