Bambina morì al Meyer: manomessa la cartella per incolpare i medici

La piccola morì all'ospedale Meyer per un garza dimenticata. I legali dei medici, ora assolti, hanno scoperto che per incolparli qualcuno avrebbe manomesso la cartella clinica

Dopo sei anni sono stati assolti i due medici accusati di omicidio colposo a seguito della morte di una bambina di due anni sopraggiunta dopo un intervento all’ospedale Meyer. La piccola di Siracusa sarebbe deceduta a causa di alcune complicazioni dovute ad una garza dimenticata nella trachea. Ieri, durante l'ultima udienza del processo che vedeva imputati due chirurghi, un fiorentino e un francese, la svolta e l’apertura di un giallo. Non solo i due medici sono stati assolti con formula piena ma i loro legali hanno scoperto che per incolparli sarebbe stata manomessa la cartella clinica della bambina forse per nascondere un altro intervento, non si sa ancora chi lo abbia eseguito, a cui la bambina fu sottoposta.

La procura, a cui il giudice ha trasmesso gli atti come riportato oggi su alcuni quotidiani, dovrà verificare chi abbia manomesso la cartella, chi eseguì il secondo intervento e chi fece "sparire" la garza dal frigorifero dove era conservata.

FATTI – La piccola nel 2005 fu portata a Firenze per un intervento di 'laringo-tracheo plastica' che venne effettuato il 30 giugno, e che poi, per ulteriori complicanze respiratorie, fu seguito da una 'broncoscopia' il 5 luglio. Nel mezzo, come appurato ieri, c'era stato un altro intervento, eseguito il 4 luglio di "packaging laringeo", ossia per l'inserimento di un tubo avvolto da una garza. Quando il giorno dopo altri medici estrassero il tubo per inserirne un altro la garza si bloccò causando un arresto cardiorespiratorio e danni neurologici che poi portarono al decesso della bambina nell'ottobre dello stesso anno. Fino a ieri i due chirurghi erano accusati di aver dimenticato la garza nella trachea. Ora le indagini dovranno appurare chi eseguì l'operazione il 4 luglio, il report è anonimo, e chi aveva manomesso la cartella clinica.
L'azienda ospedaliera Meyer ha già avviato una procedura interna di verifica su tutti i documenti relativi al ricovero della bambina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in arrivo un nuovo Dpcm: stop ai voli, rinvio per le discoteche

  • Mick Jagger si trasferisce in Toscana: "E' innamorato, forse rimane"

  • I borghi più belli della Toscana da visitare assolutamente

  • Marina di Castagneto: fiorentino muore dopo un bagno

  • Entra in funzione 'PagoPA', addio verbale rosa sull'auto: come cambiano le multe

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento