Bagno a Ripoli: adolescente con sindrome di down vittima di bullismo, la denuncia della madre

Il sindaco Casini ha condiviso su Facebook quanto raccontato dalla mamma. Lo ha difeso un amico

Olmo ha 13 anni ed è affetto da sindrome di down. Pratica sport in una società sportiva di Bagno a Ripoli. Sabato scorso è stato vittima di un grave episodio di bullismo: tre coetanei lo avrebbero costretto a mangiare la merenda dopo che la avevano impregnata di acqua nello spogliatoio della palestra. Lo ha difeso un altro tredicenne."In quello che è accaduto a Olmo, credetemi, c'è qualcosa di bello e ve lo voglio raccontare, così come la sua mamma lo ha raccontato a me poco fa, quando l'ho sentita per telefono per sapere cosa fosse successo. La cosa bella, su cui mi voglio soffermare, si chiama M. ed è il compagno di Olmo che ha tentato di difenderlo quando alcuni ragazzi gli hanno buttato la merenda nell'acqua della doccia per poi costringerlo a mangiarla". Così il sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini ha raccontato su Facebook quanto successo al ragazzo dopo aver parlato con la madre. 

"Grazie M. Hai dimostrato un coraggio, una correttezza, una forza che quei tre messi insieme non avranno mai!", ha scritto Beatrice, la mamma di Olmo, sul suo profilo Facebook in cui ha raccontato la vicenda. 

"Il coraggio di M. è una speranza - fa sapere il sindaco - un seme che deve essere coltivato. Per questo sarei felice di incontrare sia lui che Olmo, per poter stringere la mano a entrambi e ringraziarli per averci mostrato con i fatti che il buono e le storie belle ancora esistono e dobbiamo tenerle con noi e farne tesoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Fallita l'azienda fiorentina CHL. Anticipò Amazon e fu pioniera dell'e-commerce

Torna su
FirenzeToday è in caricamento