Arte, asta di vini per finanziare il restauro del campanile di San Lorenzo

L'associazione Gola Gioconda e il Consorzio Chianti Classico promuovono un'asta di vini per il restauro della Basilica fiorentina

La Basilica di San Lorenzo

Un'asta di vini per restaurare la Basilica di San Lorenzo. Questa l'iniziativa promossa dall’associazione Gola Gioconda e dal Consorzio Chianti Classico, che scelgono i sapori del Gallo Nero per finanziare la raccolta fondi per i lavori di restauro della Basilica fiorentina.

Insieme al Consorzio Chianti Classico, aderiscono all'iniziativa anche il Consorzio di tutela della Finocchiona IGP, il Consorzio Prosciutto Toscano, Giachi olearia, l’Associazione GranPrato e Savini Dolcezze. Appuntamento giovedì 26 maggio con una serata ricca di eventi, che prevede una visita esclusiva a uno dei monumenti più importanti della città, unita alle eccellenze enogastronomiche della Toscana. 

I visitatori saranno accompagnati lungo un itinerario che comprende anche i luoghi meno accessibili della Basilica, come i sotterranei con la tomba monumentale di Cosimo il Vecchio e la sala dei disegni di Jacopo di Pontormo.

Il costo del biglietto è di 15,00 euro e comprende la visita e l'accesso al buffet con degustazione, mentre la partecipazione all’asta è libera. L’intero ricavato sarà devoluto alla Opera Medicea Laurenziana per il restauro del campanile. Info e prenotazioni sul sito www.golagioconda.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

  • Terremoto in Mugello, al lavoro per identificare la faglia: "Sciame sismico prosegue"

  • Maltempo: rischio nevicate in città

Torna su
FirenzeToday è in caricamento