Chiusura della ASL di Santa Rosa: presidio di protesta

Organizzato dal Comitato dei cittadini serviti dalla struttura

Si è tenuta questa mattina davanti alla ASL Santa Rosa una manifestazione per sventare la chiusura e perché le istituzioni forniscano una soluzione diversa alla soppressione del servizio.
C’è preoccupazione tra gli abitanti dell’Oltrarno per la chiusura del presidio ASL di Santa Rosa. I 140 mila residenti della zona nell’aprile scorso hanno costituito un Comitato definito “apartitico e spontaneo”.
L’ASL di Santa Rosa in media assiste 600 persone al giorno in oltre 7000 metri quadri di ambulatori, 20 dei quali specialistici, garantiti da un organico di circa 100 dipendenti. 

«Un taglio al servizio pubblico e al diritto alla salute assolutamente non attuabile – dicono i cittadini del Comitato -. Per questo riteniamo conveniente che i cittadini siano informati della necessità di opporsi al profondo degrado del welfare fiorentino».

Il timore del Comitato è che il servizio possa essere frazionato tra via Canova per il Quartiere 4, ex IOT per il quartiere 3 mentre per il Quartiere 1 mancherebbe ancora una soluzione.

La zona dell’Oltrarno è particolarmente delicata, qui si trovano situazioni sociali difficili tanto che «il presidio di Santa Rosa rappresenta un esempio virtuoso di salute vicina ai cittadini. Negli anni tale prossimità ha stimolato l'integrazione spontanea di classi e culture, opponendo la filosofia della vita di quartiere al degrado delle orde mordi e fuggi».
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Incidente in via Nardi: scooter travolto da auto, 22enne gravissima

  • Best Bakery, la migliore pasticceria di Firenze è "Tuttobene"

  • Panico in Autogrill: sospetto Coronavirus per una donna cinese

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

Torna su
FirenzeToday è in caricamento