Arrestato ex vice prefetto di Livorno

E' accusato di aver violato le banche dati della polizia

Arresti domiciliari per l’ex vice prefetto di Livorno Giovanni Daveti, già detenuto in carcere a seguito di un altro provvedimento disposto dal tribunale di Livorno. L’accusa è quella di accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico.

Per l’accusa, grazie alla sua complicità, l’ex vice prefetto Daveti avrebbe effettuato in tre occasioni accessi abusivi alla banca dati Sdi delle forze di polizia per raccogliere informazioni su due soggetti, al fine di favorirne la latitanza. La guardia di finanza ha eseguito l'ordinanza di custodia cautelare. Daveti avrebbe cercato informazioni in merito anche a “un pregiudicato nei confronti del quale era in corso di emissione un ordine di esecuzione pena a seguito di passaggio in giudicato di una sentenza della Corte di Cassazione per reati contro il patrimonio”.

In relazione a questa circostanza, Daveti è stato anche indagato per il reato di procurata inosservata della pena. Nell’inchiesta, coordinata dalla pm della procura di Firenze Christine von Borries, risulta indagato anche un impiegato delle prefettura di Prato.

L'ex vice prefetto si trova già nel carcere di Sollicciano. 

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Le sagre di Ferragosto da non perdere

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Bambino di 8 anni muore dopo una settimana di agonia

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Tramvia: tram e scooter viaggeranno insieme

  • Tre ricette toscane per combattere il caldo estivo

  • Addio allo stress da posto fisso: così amore e viaggio ci hanno cambiato la vita

Torna su
FirenzeToday è in caricamento