Importunò lei e pestò il suo ragazzo, poi scappò in taxi da Viale Redi

Erano in due con un coltello in mano, importunarono una ragazza e pestarono il fidanzato. E' stato rintracciato grazie ad alcuni particolari. Il più importante? Dopo le percosse prese un taxi

Lunedì la Polizia ha arrestato un 20enne albanese, dopo che nell' ottobre del  2009 insieme ad un complice, aveva importunato una ragazza e malmenato il fidanzato. I due lo minacciarono con un coltello a serramanico, e poi lo pestarono. Riportò contusioni e ferite multiple con una prognosi di 10 giorni. L'aguzzino è un ventenne con molti precedenti: tra l’aprile e il maggio è stato denunciato per rissa e arrestato ben due volte per spaccio di droghe pesanti.

DROGHE - La prima volta che lo incriminarono per spaccio fu sorpreso con 150 grammi di cocaina a San Casciano, la seconda con un chilo e mezzo di eroina occultata all’interno di un sacco di carne. In quest’ultimo episodio, lo straniero speronò con un’auto le pantere della polizia per poi opporsi agli agenti con "estrema violenza".

INDIZIO - A tradire il malvivente è stato un indizio fornito dalla vittima dell’aggressione che mentre era riverso a terra, l’aveva visto allontanarsi a bordo di un taxi.
Questo è stata la prima tessera di un mosaico che gli inquirenti hanno saputo ricomporre, risalendo al cellulare dal quale era partita la prenotazione della corsa per poi acquisire le immagini del video all'interno del veicolo.
 
TELEFONO – La pista del cellulare però aveva condotto ad un binario morto, risultando intestato ad un cinese utilizzato come prestanome.
Elaborando i tabulati telefonici, sono spuntati tra i contatti altri albanesi e alcune persone con le quali lo straniero si era relazionato in passato.
Questi elementi hanno permesso agli investigatori di dare un nome al volto ripreso dalle telecamere del taxi. Riconosciuto dalla vittima,  il 20enne è stato ritenuto come l’autore principale del pestaggio e come colui che l'aveva minacciato con un coltello.

REATI - L’uomo, ora nel carcere di Sollicciano, dovrà rispondere di lesioni, porto abusivo di arma, violenza privata e minacce gravi. Sono in corso ulteriori indagini per risalire al complice.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Delirio in Via de'Pucci: chiuso lo Shot Cafè

  • Stazione di Rifredi: ragazza muore investita dal treno / FOTO

  • Crac Costruzioni Margheri: sette condanne per bancarotta

  • Carceri: sesso per i detenuti, chiesto intervento della Regione  

  • San Jacopino: allarme bomba / FOTO

  • Fiorentina: il nuovo stadio a Campi Bisenzio incompatibile con l'aeroporto

Torna su
FirenzeToday è in caricamento