Un'app per scoprire i luoghi e i monumenti di Cosimo I de’ Medici

Il progetto è stato realizzato dall’Accademia delle Arti del Disegno con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze

Un'app gratuita, scaricabile sul proprio smartphone, che consente di reperire informazioni sui più grandi monumenti voluti dal granduca Cosimo I de’ Medici. Il progetto di georeferenziazione e descrizione dei luoghi è stato realizzato dall’Accademia delle Arti del Disegno con il supporto della Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze. Un progetto che rientra tra le iniziative con cui l’Accademia vuole ricordare la singolare figura del proprio fondatore e il suo impegno per la nascita di un moderno stato unitario. La app, curata da Carlo Francini, permette l’accesso a contenuti storicamente ed artisticamente validati da un nutrito gruppo di studiosi di varie università ed istituzioni, che hanno sviluppato il progetto sotto l’egida dell’Accademia delle Arti del Disegno: Firenze e la Toscana diventano così i protagonisti di un viaggio che è possibile compiere da parte di chiunque sia interessato.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’Accademia apre anche le porte della sede di Palazzo dei Beccai (in via Orsanmichele, 4) per il ciclo di conferenze a cura di Carlo Francini “COSIMO I mezzo_millennio”, tenute dai propri Accademici e aperte al pubblico. Il 15 marzo, alle 17.30, si svolgerà la conferenza “Arte e Potere. Cosimo e la nascita dell’Accademia del Disegno”, tenuta dall’archivista dell’Accademia Enrico Sartoni, che affronterà il tema della nascita dell’Accademia e i rapporti del duca Cosimo con l’ambiente artistico fiorentino. Per il ciclo primaverile seguiranno altri 4 incontri: il 5 aprile Francesco Vossilla affronterà il tema della scultura tra Bandinelli, Cellini e Ammannati, il 10 maggio Carlo Francini illustrerà il rapporto tra Cosimo e Palazzo Vecchio, il 24 maggio Lorenzo Tanzini illustrerà la nascita sotto Cosimo della Toscana moderna ed il 7 giugno Gianluca Belli mostrerà la Firenze cosimiana nel suo assetto urbano e nell’impronta monumentale. Il ciclo di lezioni riprenderà a settembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: un agriturismo "stupefacente". Cinque arresti a Pontassieve | VIDEO

  • Coronavirus: l'identikit di chi si ammala in Toscana

  • Coronavirus: presto l'obbligo, si esce solo con la mascherina 

  • Coronavirus: 173 nuovi casi e 18 decessi in Toscana 

  • Coronavirus, via alla distribuzione: si uscirà solo con le mascherine

  • Coronavirus: obbligo di mascherina entro 7 giorni, ma per Firenze ci vorrà più tempo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento