Via dei Georgofili: tranciato l'albero dove esplose la bomba / FOTO

Sull'episodio indaga la polizia municipale

Mutilato l'albero di ulivo, simbolo di vita e rinascita, interrato nel 2004 nel luogo dove esplose la bomba dei Georgofili. L'albero fu piantato in memoria della strage nel punto dove nel 1993 scoppiò la bomba mafiosa a causa della quale persero la vita cinque persone: Angela Fiume, Fabrizio Nencioni e le due figlie Nadia e Caterina oltre allo studente di architettura Dario Capolicchio.

Dopo una segnalazione su Facebook, Palazzo Vecchio si è affrettato a precisare come non si sia trattato di un atto vandalico. La ricostruzione della polizia municipale vede protagonista un conducente di taxi merci che ieri mattina ha chiuso il ramo dell'albero nel portellone posteriore del furgone e, partendo, ne ha causato la rottura.

I vigili hanno già convocato il conducente, un sessantenne che si sarebbe detto dispiaciuto, dopo averlo rintracciato grazie alle telecamere di zona. Nel video si vede chiaramente la partenza del furgone che fino a qualche attimo prima era in sosta vicino al grande vaso dove è collocato l’ulivo. La Municipale ha contattato i giardinieri del Comune che hanno dato la loro disponibilità a intervenire per salvare la pianta danneggiata, diventata un simbolo di Firenze.

Non è escluso che vengano ipotizzati provvedimenti specifici. Infatti questo è il secondo episodio dopo quello del dicembre scorso quando un tir danneggiò in modo serio una colonna del Corridoio Vasariano, all'altezza del Ponte Vecchio.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto Firenze: la terra trema in città

  • Terremoto: la terra trema nel Fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa a Barberino

  • Maltempo: rischio nevicate in città

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Terremoto Firenze: danni in Mugello, oltre 200 cittadini fuori casa

Torna su
FirenzeToday è in caricamento