Aggredita nel parcheggio della discoteca: "Loro ridevano"

Sfogo sui social della donna. Accertamenti dei carabinieri in corso 

Sarebbe stata avvicinata da tre uomini all'esterno dell'hidron di Campi Bisenzio che poi l'avrebbero affrontata in malo modo. E' il drammatico racconto di una donna che ha affidato a Facebook il suo racconto che ormai ha fatto il giro del web con migliaia di condivisioni.  “Non ho più voce, mi sono strappata le corde vocali, nel gridare aiuto, correndo per non farli avvicinare. Hanno aperto la borsa, rubato i soldi, io che gridavo maledetti, rendetemi le mie cose!, loro a ridere" - scrive in un passaggio. 

Il faccia a faccia sarebbe stato interrotto dalla sicurezza del locale e i carabinieri. La direzione del locale avrebbe peraltro subito mostrato i filmati delle telecamere ai militari che intanto avrebbero portato via i tre. Tutti italiani in “vacanza a Montecatini. Ben vestiti. Curati. Non ubriachi. Pieni di cocaina. ....... davanti ai carabinieri che li arrestavano: vi prego abbiamo famiglia e figli". "Io in ambulanza a gridare bastardi, che Dio vi faccia provare cosa mi avete fatto, ai vostri". 

La donna, piuttosto spaventata, precisa di aver necessitato di cure mediche per gli accertamenti del caso. Si attende la formalizzazione della denuncia, intanto i carabinieri (non avrebbero eseguito arresti, ndr) procederebbe per rapina impropria. E continuano gli accertamenti per verificare la posizione dei soggetti indicati dalla vittima.
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Via Baracca: vinti 500mila euro con un "Gratta e Vinci"

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • Folle inseguimento, paura sui viali: 14enne semina il panico

  • Campi Bisenzio, rivende merce rubata ai Gigli davanti ai Gigli: denunciata

  • Marradi: soppresso da Papa Francesco il monastero domenicano. Le tre suore saranno trasferite

  • Frecciarossa deragliato a Lodi: prodotto a Firenze il pezzo difettoso del cambio all'origine della tragedia

Torna su
FirenzeToday è in caricamento