Conducente Ncc denuncia: "Aggredito da due tassisti"

Ai ferri corti tassisti e Ncc

Ancora scontri tra i conducenti di trasporto privato e i tassisti. Nella notte di Capodanno un conducente di servizio di trasporto privato è stato aggredito da due tassisti

“Il nostro associato - spiega Giorgio Dell'Artino, presidente di Azione Ncc (l'associazione delle aziende di servizio di trasporto pubblico con conducente) - stava aspettando con il suo mezzo 8 clienti già regolarmente prenotati davanti all'Hotel Baglioni di Firenze quando un tassista lo ha assaltato chiedendogli prima di fargli vedere, non si sa a quale titolo, i documenti e la prenotazione e poi iniziandolo a fotografare. Non contento della prima aggressione quel tassista è stato raggiunto da un altro tassista, evidentemente avvisato a tale scopo, e insieme, due contro uno, prima hanno minacciato e insultato il Ncc e poi hanno bloccato il suo mezzo con le loro auto. Una vera e propria aggressione avvenuta con le 8 persone a bordo del van che erano evidentemente molto spaventate da quello che vedevano accadere davanti ai propri occhi”.

“Abbiamo già dato mandato al nostro studio legale di valutare se ci sono gli estremi per denunciare i due aggressori – spiega il presidente di Azione Ncc – ma quello che ora dobbiamo evitare è che questa spirale di violenza nei nostri confronti prenda il sopravvento e quindi chiediamo formalmente al sindaco di Firenze Dario Nardella e al prefetto Laura Lega di intervenire per far rispettare la legge e i nostri diritti di imprenditori”.

LA PROTESTA DEGLI NCC SULLA DECISIONE DEL GOVERNO

“Già ora siamo stati sottoposti a misure molto repressive della nostra libertà di impresa da parte del Governo col decreto del ministro Toninelli che ha di fatto ripristinato, sotto dettatura dei tassisti, l'obbligo di rientrare in rimessa alla fine di ogni servizio con grave danno del principio di concorrenza. E' una misura che se non verrà cambiata porterà molti di noi a chiudere la propria azienda e in Toscana siamo oltre 2mila imprese Ncc", conclude Giorgio Dell'Artino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La replica di Uritaxi

"Se Azione Ncc, tramite il suo presidente che ha definito “metà dei taxi romani” come “galeotti, burini veri, ammazza galline”, dimostrando di non capire che fare rappresentanza non è fare chiacchiere da bar. Oggi è su queste ultime ancor più confusa di quanto lo sia sempre stata, non crei tra la pubblica opinione allarmismo infondato accusando genericamente “i tassisti” in merito a presunte minacce tutte da dimostrare, per cui, guarda caso, non è stata effettuata alcuna denuncia alle autorità (per il momento, ndr.)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Toscana, 3 nuovi focolai. Ordinanza di Rossi: "Contagiati vadano in albergo o multa di 5.000 euro"

  • Coronavirus: si torna a salire a causa dei cluster, 2 decessi e 19 nuovi casi 

  • Gignoro: malore per l'autista Ataf, perde il controllo del bus e si schianta. Chiusa via del Guarlone | FOTO

  • Rissa in spiaggia, denunciati sei giovani fiorentini

  • Emergenza coronavirus non impatta sul mattone: Firenze città più cara d'Italia

  • Coronavirus, dipendenti senza mascherina: chiuso e multato un supermercato

Torna su
FirenzeToday è in caricamento