Empoli: 25enne senza biglietto ferisce agente di polizia

Il sindacato: "Situazione preoccupante"

Ieri un agente di polizia è rimasto ferito dopo un controllo su un treno regionale nella tratta tra Livorno – Empoli. A colpirlo è stato un 25enne senegalese trovato dal controllore a bordo delle carrozze privo di biglietto. Il 25enne, una volta fermato dagli operatori della polizia ferroviaria alla stazione di Empoli, ha dato in escandescenza colpendo gli agenti. Bloccato, è stato arrestato per i reati di violenza, minaccia, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni aggravate. 

A seguito dell'episodio, che segue la tragedia di Trieste in cui hanno perso la vita due poliziotti, è intervenuto il segretario provinciale del sindacato di polizia UILSICUREZZA Luigi Sansotta: “Anche oggi alla Stazione ferroviaria di Empoli un nostro collega della Polfer è stato aggredito e ferito durante il proprio servizio, da parte di un cittadino che trovato senza biglietto ferroviario ha pensato bene di aggredire un poliziotto”. “Anche questa volta un nostro collega è finito all’ospedale. Questo però è l’ultimo episodio di una lunga serie di fatti violenti, avvenuti con una frequenza, che come sindacato comincia a preoccuparci. Come organizzazione sindacale chiediamo, alle istituzioni e alle forze politiche, una maggiore attenzione per questo luogo che ogni giorno vede transitare centinaia di pendolari, lavoratori, studenti. Noi come sindacato vogliamo fare la nostra parte, ma anche altri soggetti ci devono aiutare”.

Tenta aggressione in tramvia
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maxi incidente a Ponte a Greve: traffico bloccato / FOTO

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Giornata mondiale della pizza: ecco le pizzerie da provare a Firenze

  • Palazzo Vecchio: nuovi concorsi per posti di lavoro a tempo indeterminato in Comune

  • Mette in scena il suo funerale con tanto di carro d'epoca e corteo funebre

  • Incidente a Novoli: traffico bloccato / FOTO 

Torna su
FirenzeToday è in caricamento