Affittopoli, Franceschini: "Presto il regolamento contro gli affitti low cost"

Il Ministro a Firenze: 30 e 31 marzo G7 a Firenze con visita al Corridoio Vasariano

Un regolamento contro gli affitti "low cost" degli immobili di proprietà pubblica. Ad annunciarlo, dopo l'esplosione dello scandalo Affittopoli che ha convolto alcuni funzionari della Sovrintendenza fiorentina, è stato ieri il ministro della cultura Dario Franceschini, intervenuto a Firenze ad un convegno nell’aula Magliabechiana degli Uffizi, alla mostra "La tutela del Tricolore, i custodi dell’identità culturale". Franceschini ha sottolineato che l'idea c'era "tempo prima che ci fosse l’attenzione dell’autorità giudiziaria", aggiungendo che il nuovo testo sarà approvato "entro qualche giorno".

Insieme a lui e al direttore degli Uffizi Eike Schmidt, anche il comandante dei carabinieri Tullio Del Sette, che ha rivelato il lancio di "un’applicazione attraverso la quale, dal proprio smartphone, fotografando un bene d’arte, chiunque può verificare se sia o meno trafugato. Riguardo al monitoraggio di tutto il mercato, la collaborazione delle Case d’aste è fondamentale, e sugli Uffizi lavoriamo anche sul piano della prevenzione antiterrorismo".

Durante l'incontro è arrivata la conferma che i sette ministri che il 30 e 31 marzo saranno a Firenze per il G7 percorreranno anche il Corridoio Vasariano: "Oltre al percorso originario – ha detto Schmidt – c’è l’idea di fare un piccolo ‘percorso del Principe’, cioè fra Palazzo Vecchio e Uffizi. Al momento entrambe le ipotesi sono allo studio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentati furti in casa: attenti alle fascette di plastica 

  • Formaggio e uova richiamati per rischio contaminazione

  • Gavinana: senzatetto morta nei giardini / FOTO

  • Parcheggi su strisce blu: gratis per tutti i residenti a partire dal 30 marzo

  • Firenze, gli eventi da non perdere questo weekend

  • Fallita l'azienda fiorentina CHL. Anticipò Amazon e fu pioniera dell'e-commerce

Torna su
FirenzeToday è in caricamento