Nuova pista all'aeroporto di Peretola: c’è chi dice ‘sì’

'Insopportabile il rumore degli aerei a bassa quota'. Un gruppo di residenti dei quartieri Brozzi, Quaracchi, Le Piagge e Peretola ha fondato un comitato a favore

“Fareste vivere vostro figlio in una casa sorvolata da aerei a bassa quota dove il rombo delle turbine non vi permette di sentire la voce di chi vi sta parlando nella stessa stanza?”. Per questo motivo è nato il comitato ‘W la nuova pista di Peretola’ che riunisce alcuni residenti dei quartieri Brozzi, Quaracchi, Le Piagge e Peretola.

L’aeroporto Amerigo Vespucci, spiega il comitato che ha fondato anche un omonimo gruppo su Facebook, ha visto un incremento di passeggeri di circa l’8,5% nell’ultimo anno, nel 2016 sono aumentati del 7%. Più passeggeri significa più voli. Gli aerei però nei dintorni dell’aeroporto fiorentino volano a bassissima quota, circa 80 metri al di sopra dei tetti, rendendo così la vita impossibile ai residenti. “Quando mi sono trasferito qui 10 anni fa, non c’era questa situazione – racconta Paolo -. Adesso passano continuamente. Nonostante i doppi vetri il rumore è insopportabile. Le maestre dei miei figli sono costrette ad interrompere le lezioni quando passano gli aerei”.

Il progetto della nuova pista dell’aeroporto trova il favore di questo gruppo: gli aerei cambierebbero rotta e sorvolerebbero a bassa quota soltanto alcune case, non più interi quartieri

Finora erano stati costituiti solo comitati contrari alla realizzazione della nuova pista. Il primo già a metà anni Novanta quando fu ventilata la prima ipotesi di ampliamento dell’infrastruttura. Venerdì scorso il presidente di Toscana Aeroporti Marco Carrai in un’intervista alla Nazione ha parlato della necessità della nuova pista: “In giornate così si capisce quali siano i problemi legati a un’infrastruttura inadeguata come quella di Peretola. E questo in un periodo di straordinaria crescita per il nostro scalo e un momento di massima affluenza turistica, visto che siamo a pochi giorni da Ferragosto. Se avessimo la nuova pista, nonostante il vento saremmo operativi come tutti gli altri aeroporti italiani”. Infatti giovedì diversi aerei non sono atterrati o sono rimasti fermi a Peretola a causa del maltempo. 

I comitati per il No chiedono da tempo la chiusura dello stesso Aeroporto perché “non sarebbe sufficientemente sicuro” e si oppongono alla costruzione della nuova pista parallela all’autostrada perché i lavori distruggerebbero il poco verde rimasto in zona.

Il comitato 'W la nuova pista di Peretola’ si augura che il progetto ottenga la VIA dal ministero dell’ambiente quanto prima e annuncia iniziative per settembre
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: dalla Cina stanno rientrando a Prato e Firenze 2.500 persone

  • I migliori locali di Firenze, dalla pizza alla cucina etnica: ecco i 12 vincitori

  • Folle inseguimento, paura sui viali: 14enne semina il panico

  • Marradi: soppresso da Papa Francesco il monastero domenicano. Le tre suore saranno trasferite

  • Frecciarossa deragliato a Lodi: prodotto a Firenze il pezzo difettoso del cambio all'origine della tragedia

  • Droga alle Cascine: trovate eroina, marijuana e hashish

Torna su
FirenzeToday è in caricamento