Aeroporto: la Regione va ko. Il centrodestra attacca, esultano i 5 Stelle

La sentenza dice addio al masterplan, per l'ampliamento serve ripartire da capo: prendono fiato i detrattori

Apriti cielo. La sentenza con la quale il Consiglio di Stato ha definitivamente bloccato il masterplan della Regione sull'ampliamento dell'aeroporto di Firenze è un vero e proprio macigno sul futuro. Per la pianificazione della Toscana, certo, ma anche nei rapporti e gli equilibri politici.

Più di ogni parola urlata fa rumore, e non è un caso, il silenzio della Regione Toscana di Enrico Rossi, il più grande sconfitto di questa partita. Così come escono sconfitti gli "sviluppisti" del Pd, dal sindaco Dario Nardella, che "prende atto della sentenza", al candidato governatore Eugenio Giani, da sempre pro-ampliamento della pista di Peretola.

Quello che accadrà ora lo dirà solo il tempo: se la politica vorrà riprovare nel tentativo di far crescere lo scalo fiorentino dovrà ripartire con il piano. Un anno e mezzo, dicono le stime, solo per predisporlo ed approvarlo. Salvo nuovi ricorsi, naturalmente. Ma lo stop certamente rafforza quelli che nel centrosinistra sono i detrattori dello sviluppo, i cosiddetti cespugli intorno al Pd (ma anche qualcuno nello stesso Pd).

C'è però da considerare che la partita sull'aeroporto non prosegue solo sul piano sinistra-destra, ma soprattutto sulle diverse posizioni nei vari comuni. Con i sindaci di Sesto, Campi, Signa (insieme a Prato e a quelli di tutta la costa Toscana) contrari anche se di centrosinistra: l'impatto dello scalo si sposterebbe infatti sulla loro testa.

E poi c'è il centrodestra, da sempre favorevole all'ampliamento, che va all'attacco accusando il centrosinistra di essere stato incapace di dare sviluppo alla Toscana. Dalla Lega, che sottolinea come l'esito sia "il risultato di lotte fratricide nella sinistra", a Fratelli d'Italia che sottolinea "l'improvvisazione" del governo regionale. Fino a Forza Italia che chiede alla sinistra "incapace di dare un futuro alla Toscana" di "chiedere scusa". 

E poi i 5 Stelle, da sempre contrari all'ampliemanto di Peretola ma oggi al governo nazionale con il Pd e ammiccanti anche nei confronti di Giani, che però esultano: "Questa è una vittoria di tutti: dei cittadini e dei comitati che si sono battuti contro questo progetto di allargamento della pista", sottolineano i parlamentari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, altro caso sospetto a Firenze: il secondo tampone è positivo

  • Coronavirus, caso sospetto a Santa Maria Novella

  • Coronavirus: due i casi positivi in Toscana, dopo Firenze anche Pescia

  • Coronavirus: altri due contagiati a Firenze

  • Coronavirus: anche in Toscana nuove misure per chi torna dalla Cina

  • Coronavirus, Rossi: "No alla chiusura di scuole o stop ai concorsi"

Torna su
FirenzeToday è in caricamento