Addio all'ultimo combattente: morto Antonio Ceseri

Fu uno dei quattro soldati italiani a salvarsi dalla strage nazista nel lager di Treuenbrietzen

E' morto nella sua Firenze a 93 anni Antonio Ceseri, uno dei quattro internati militari sopravvissuti all'eccidio di 127 soldati italiani avvenuto il 23 aprile 1945 nel lager di Treuenbrietzen, in Germania, da parte di reparti nazisti.

A darne notizia è la Regione Toscana il cui presidente, Enrico Rossi, esprime cordoglio. Ceseri, soldato di marina, venne arruolato a 18 anni, nel 1942, e fu di stanza prima a Pola e poi a Venezia. Fu deportato in Germania dopo l'8 settembre 1943 dopo aver rifiutato di aderire alla Repubblica di Salò.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Con la scomparsa di Ceseri - così lo ricorda il governatore Rossi - viene a mancare un grande uomo, che con la sua vita ha testimoniato il coraggio di schierarsi dalla parte dei valori dell'antifascismo anche quando la via più semplice e sicura era un'altra. Una lezione quanto mai importante ed attuale davanti ai rigurgiti fascisti che vediamo oggi sollevarsi".
   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente lungo la linea 1: camion si schianta sulla tramvia / FOTO

  • Santa Maria Novella: ragazzina presa a schiaffi e rapinata alla fermata dalla tramvia

  • Natalie Portman, lettera d'amore a Firenze: "La magia delle celle dei frati affrescate a San Marco, il gelato e..."

  • Scosse di terremoto nel Fiorentino

  • Palazzo Vecchio senza soldi, Nardella: “Vado a cercarli in Cina”

  • Rissa all'Isolotto: resa dei conti in strada

Torna su
FirenzeToday è in caricamento