Viale Galilei: abbattuti 29 alberi, infuria la polemica sui social

Abbattimenti anche in via del Poggio, Piazza della Vittoria...

Sono in corso in questi giorni i lavori di sostituzione delle alberature in viale Galilei: sono stati rimossi 29 tigli pericolosi al posto dei quali verranno piantati 70 nuovi alberi. La piantagione ha preso il via ieri. E' quanto appreso da una nota di Palazzo Vecchio.

“Abbiamo cercato - ha spiegato l’assessore all’ambiente Alessia Bettini, che stamani ha effettuato un sopralluogo sul posto - di ridurre al minimo le rimozioni e di mettere a punto un vasto programma di sostituzioni, così che gli alberi che rimarranno lungo il viale saranno più del doppio. Le piante abbattute erano malate, sia nei fusti, in alcuni casi completamente cavi”. 

I lavori nel loro complesso proseguono intanto con le altre operazioni previste: ripristino delle pavimentazioni in ghiaia (già concluso quello del giardino del Bobolino); ripulitura e smacchiamento delle scarpate del viale dei colli; riprenderà poi la ripulitura delle scarpate di viale Galilei in corrispondenza di via del Giramontino che, nella parte già effettuata, ha già dato un notevole effetto di miglior decoro e consentito il riaprirsi della vista su Firenze, rispondendo alle aspettative progettuali.

La polemica 

"In questi giorni succedono cose gravissime a Firenze” è quanto affermato da Mariarita Signorini, Presidente Nazionale di Italia Nostra nella pagina Facebook Coordinamento Cittadino Tutela Alberi - Firenze. “In tutta la città regnano le motoseghe e l’eco della loro azione dagli storici Viali dei Colli di Giuseppe Poggi arriva fino a Palazzo Vecchio, al Duomo, a Piazza della Liberta, a Piazza della Vittoria e all’Isolotto”.

“Mentre gli abbattimenti indiscriminati di alberature sane continuano, ci chiediamo se la gestione del patrimonio verde di Firenze sia improntato alla necessaria trasparenza - ha proseguito Mariarita Signorini . I cittadini vorrebbero essere coinvolti nelle scelte perché considerano gli alberi un elemento essenziale del decoro urbano, che offre riparo alla calura estiva e, non ultimo, smaltisce la CO2. Per tali ragioni, li vogliono conservare, se sani, fino alla fine del loro ciclo vitale”.

Dopo le 500 firme raccolte contro l’abbattimento dei 36 pini in Piazza della Vittoria e consegnate da Italia Nostra al sindaco Dario Nardella a fine gennaio, negli scorsi giorni ne sono state consegnate altre al primo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La migliore caffetteria d'Italia è a Firenze

  • Sgombero in via Baracca: coinvolte decine di famiglie, caos traffico / FOTO

  • Isolotto: il portellone si apre e la bara finisce in strada

  • La rinascita della Fortezza: dalla criminalità alla pista di pattinaggio più lunga d'Europa | FOTO

  • Pelago, violenta rissa per un parcheggio: prognosi fino a 30 giorni, 4 denunciati

  • Firenze low cost: ecco dove mangiare un bene spendendo poco

Torna su
FirenzeToday è in caricamento