Cintoia, abbandona rifiuti per strada: incastrato dalle telecamere

La polizia municipale è riuscita a risalire al responsabile

Foto archivio

Polizia municipale di nuovo in azione contro i furbetti dei rifiuti. Questa volta è finire nei guai è stato un uomo che qualche giorno fa ha scaricato un grosso sacco vicino ai cassonetti in via San Bartolo, a Cintoia.

Una pattuglia del distaccamento dell’Isolotto, impegnata in controlli mirati contro l’abbandono dei rifiuti, ha effettuato alcuni controlli con l'ausilio delle telecamere,e osservando i nastri  ha notato la presenza di un sacco di tipo condominiale lasciato sul suolo pubblico, nei pressi dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti urbani.

Analizzando le immagini hanno ricostruito l’episodio: un autocarro si è fermato e il conducente è poi sceso prendendo un sacco di plastica nero di grandi dimensioni, lasciandolo nei pressi dei cassonetti: sacco contenente scarti di rifiuti urbani.  Il mezzo è risultato di proprietà di un 57enne francese residente a Firenze.

Lunedì è stato invitato presso gli uffici della polizia municipale dove ha ammesso di essere il responsabile. Per lui è scattato un verbale da 167 euro. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Largo Annigoni, derubati e poi pestati di botte: gravi due giovani

  • Elezioni comunali 2019

    Elezioni 2019, Marcheschi: "Faccio un passo indietro se centro-destra ha candidato unitario"

  • Cronaca

    Droga: professore sorpreso a comprare marijuana

  • Cronaca

    Risse e violenza: chiuso noto locale del centro storico

I più letti della settimana

  • Festa del papà: perché in Toscana si dice “babbo”

  • Siria: ucciso dall'Isis giovane combattente fiorentino

  • Rissa fra genitori: partita sospesa, bambini in lacrime

  • Ucciso dall'Isis, la lettera d'addio di Lorenzo: “Sono morto facendo quello che ritenevo giusto”

  • Autostrada A1: incidente tra mezzi pesanti, un morto

  • Concorsi pilotati a Careggi: 8 professori interdetti

Torna su
FirenzeToday è in caricamento