Raccolta dei rifiuti: a Lastra a Signa un cassonetto intelligente

La sperimentazione che coinvolge 30 utenze

Il Comune di Lastra a Signa insieme ad Alia Servizi Ambientali ha avviato una sperimentazione per testare e mettere a punto nuove apparecchiature elettroniche collegate in rete che consentono il rilevamento e la tracciatura dei conferimenti.

Ad oggi sono 5 i contenitori sperimentali del residuo non differenziabile presenti sul territorio, che affiancano le postazioni stradali ed i consueti cassonetti e dove circa 30 utenze residenti possono conferire il RUI.

L’iniziativa in corso, sui soli contenitori del residuo non differenziabile, permetterà di sviluppare un prodotto maggiormente rispondente alle necessità di una tracciatura più puntuale dell'utenza e di adottare misure correttive e migliorie sul modello precedentemente adottato.

I nuovi dispositivi elettronici di controllo sono stati realizzati da Alia, sviluppati in collaborazione con altre aziende toscane, secondo le modalità e procedure di controllo interne.

Le 30 utenze coinvolte nel progetto, protagoniste del test, sono dotate di apposita chiavetta abilitata all’apertura di questi contenitori e sono costantemente in contatto con il gestore di igiene urbana per verificare il corretto funzionamento dei cassonetti e risolvere le eventuali criticità nel conferimento, lettura dati, apertura e funzionamento del sistema.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavaggi in lavatrice senza sapone con le "sfere magiche": ecco la novità | FOTO

  • Caldaie gratis: il progetto del sindaco Nardella per una Firenze più green

  • Casa domotica per le persone con disabilità

  • Banda larga a Empoli: connessione fino a 1 Gigabit al secondo

Torna su
FirenzeToday è in caricamento