Rifiuti ingombranti: ecco come smaltirli a Firenze

I numeri utili e i consigli da seguire

Se avete dei rifiuti ingombranti da buttare non lasciateli ai cassonetti, se state rinnovando casa o semplicemente volete cambiare il vecchio divano Alia Servizi Ambientali (la società che gestisce i servizi ambientali delle Toscana centrale. E' nata dall'aggregazione della società Quadrifoglio, Publiambiente, ASM e CIS) offre un servizio di raccolta rifiuti gratuito. Ecco come funziona

Utenze domestiche

  • Chiamare il call center oppure scrivere per essere ricontattato dagli operatori
  • Fai l’elenco dei materiali. Durante la chiamata l’operatore ti chiederà l’elenco dei materiali da ritirare e ti comunicherà il giorno del ritiro
  • Prepara un cartello con la scritta “per Alia Servizi Ambientali” da apporre ai rifiuti che devono essere portati via
  • Esponi i materiali fronte porta o nel luogo convenuto e apponi il cartello “Per Alia Servizi Ambientali”. I nostri operatori provvederanno al ritiro!
  • Per un servizio ancora più efficiente e poter più facilmente fissare il servizio nei giorni desiderati, contattaci prima possibile!
  • In alternativa, puoi consegnare i tuoi rifiuti ingombranti agli ecocentri (qui la mappa)

Utenze non domestiche

Il ritiro è previsto solo per alcuni materiali quindi è necessario chiamare o scrivere per avere informazioni.

I numeri di telefono

Da settembre 2019 è attivo il nuovo numero 0571.196 93 33, per richiedere informazioni, fare segnalazioni, prenotare il ritiro ingombranti a domicilio. Il numero 0571.196 93 33 si aggiunge all’800 888 333 (da rete fissa, gratuito) e al 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore) e, come gli altri, è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore 19.30 ed il sabato dalle ore 8.30 alle ore 14.30.

Il nuovo numero (0571.196 93 33) è raggiungibile anche da cellulare, utilizzando i minuti in abbonamento di tariffe “Flat”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
FirenzeToday è in caricamento