Uffizi e Hong Kong: prima partnership straniera per uno dei musei più visitati al mondo

Nel 2020 porterà per la prima volta in Cina una mostra su Botticelli e la pittura fiorentina del ‘400

Foto d'archivio

Per la prima volta la Galleria degli Uffizi organizza una partnership con un Paese straniero: Hong Kong (che in questi giorni sta vivendo momenti drammatici cercando l'indipendenza dalla Cina). L’accordo, primo nel suo genere, che istituisce una partnership di cinque anni tra le Gallerie degli Uffizi e Hong Kong.  A firmare l’intesa con il Dipartimento dei Servizi per la Cultura (Lcsd) della grande metropoli asiatica, è stato oggi lo stesso direttore del complesso museale, Eike Schmidt, in missione istituzionale nella città cinese.  

Il prossimo anno l’accordo porterà per la prima volta in Cina una grande mostra dedicata a Sandro Botticelli, e la pittura fiorentina del ‘400. Ma non solo: in base all'intesa, le Gallerie degli Uffizi collaboreranno con Lcsd per organizzare anche altre esposizioni a Hong Kong nei prossimi cinque anni e predisporre scambi culturali, visite reciproche e occasioni di studio tra i funzionari dei due poli attraverso un programma di ‘gemellaggio museale, oltre ad una serie di visite di gruppi di giovani ambasciatori dell’arte di Hong Kong a Firenze.

Per parte sua, Lcsd sosterrà economicamente la missione e le attività strategiche degli Uffizi. In occasione della prima mostra nel 2020 elargirà un contributo di 600mila euro. 

Il Memorandum è stato firmato dal direttore degli Uffizi Eike Schmidt e Vincent Liu, direttore del Lcsd, durante la seconda edizione del Hong Kong Museum Summit, importante conferenza internazionale sui musei nell’ambito della quale Schmidt ha tenuto il discorso inaugurale. 

"Siamo entusiasti di annunciare questa collaborazione con il sistema museale di Hong Kong - ha detto il direttore Schmidt -. Dopo le nostre recenti imprese in Russia e Polonia gli Uffizi compiono un’altra grande operazione internazionale. Questo progetto strategico sarà strumentale per aumentare la conoscenza della cultura italiana nel mondo e per assicurare che l’Italia sia in primo piano negli scambi culturali nel XXI secolo”.

“Hong Kong ambisce ad avere un ruolo di punta nello sviluppo del settore museale - ha detto Vincent Liu, Direttore di Lcsd -. Questo MOU dimostra la posizione strategica di Hong Kong quale palcoscenico per l’interscambio culturale. La partnership con gli Uffizi, la prima del suo genere, beneficerà non solo il sistema museale di Hong Kong, e stabilirà un modello positivo di collaborazione per la regione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento