Al Teatro Shalom uno spettacolo contro la violenza sulle donne

Stasera CNA e la compagnia Outcast porteranno al teatro empolese lo spettacolo "Sogno Greco". Il ricavato della serata sarà devoluto al Centro Lilith di Empoli e al Centro Antiviolenze Artemisia di Firenze

Credits: Pixabay

Sono ben 108 le donne uccise per motivi di genere in Toscana dal 2009 al 2017, di cui 30 nella sola Città Metropolitana di Firenze (il 28% del totale). Il 74% delle vittime aveva cittadinanza italiana e italiani sono il 77% degli aggressori.

Ad uccidere sono soprattutto partner ed ex partner (65,6% dei casi), amici (13%) e figli (10,2%): persone che rientrano nella sfera della quotidianità. Donne di ogni età, anche in avanti con gli anni (il 42% delle vittime aveva più di 60 anni).

Ai centri antiviolenza toscani però, tra violenza fisica, psicologica, economica e sessuale, stalking, mobbing e molestie sessuali, se ne sono rivolte, dal 2009 al 2018 22.437, di cui 7.081 a quelli fiorentini, con una crescita del 24% rispetto al 2009. Dal 2017 al 2018 si è rivolta ai centri fiorentini una donna oltre i 16 anni ogni 384.

“Numeri allarmanti questi del ‘Decimo rapporto sulla violenza di genere in Toscana’, curato da centri Antiviolenza e Regione Toscana, che ci obbliga ad una posizione e a proseguire la Campagna di sensibilizzazione contro la violenza alle donne e di raccolta fondi #farsibellanonèunacolpa lanciata lo scorso anno. L’abbiamo nel Dna: da sempre curiamo con l’interesse delle imprese, il benessere economico del territorio in cui operiamo e quello sociale” spiega Marco Landi, Presidente di CNA Empolese Valdelsa.

“È un’emergenza che va affrontata di petto - commenta Alberta Bagnoli, presidente di CNA Impresa Donna - È sul contesto che bisogna incidere: quella cultura sotterranea che tende a relegare (e spesso a giustificare) gli episodi violenti contro le donne nell’ambito dell’episodicità o, peggio, a connetterli alla corresponsabilità delle vittime”.

Anche raccogliendo fondi per sostenere l’attività dei centri anti violenza. Ed è quello che farà la campagna #farsibellanonèunacolpa,
organizzata da CNA Firenze con Enegan, Giusto Manetti Battiloro, Jean Paul Mynè, Prodigiodivono, Uvagina, Vinocchio, e patrocinata dalla Città Metropolitana di Firenze, che tornerà ad Empoli con un nuovo appuntamento al Teatro Shalom, in via Ferruccio Busoni.

Qui, venerdì 22 novembre, alle ore 21:00, CNA e la compagnia Outcast porteranno sulla scena, con il patrocinio del Comune di Empoli,  Sogno Greco, uno spettacolo con le più belle canzoni degli Abba. L’ingresso è con donazione a partire da 15 euro: il ricavato sarà devoluto al Centro Lilith di Empoli e al Centro Antiviolenze Artemisia di Firenze.

“La violenza sulle donne è un fenomeno strutturale e culturale ancora radicato in questa società, in cui è ancora altissima la disparità tra uomo e donna" - ha dichiarato l’Assessore alle politiche sociali del Comune di Empoli, Valentina Torrini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"È un crimine contro l'umanità che ne compromette il futuro" - prosegue- "Per combatterlo abbiamo bisogno di un grande cambiamento collettivo, nel quale possono giocare un ruolo determinante le aziende e le imprese artigiane, spesse composte da donne che, con grande tenacia ed entusiasmo, fanno impresa tutti i giorni. Ringrazio quindi la CNA per la campagna di sensibilizzazione che porta avanti ormai da qualche anno. Abbiamo sicuramente bisogno delle imprese per promuovere una cultura basata sul rispetto e sulla consapevolezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colossale truffa nel mondo del vino: Brunello e Champagne falsi

  • Tragedia in centro: muore a 28 anni in un incidente stradale / FOTO

  • Coronavirus: 9 nuovi casi, focolaio a Impruneta

  • Incidente a Bagno a Ripoli: muore 38enne fiorentino 

  • Bancarotte a "catena" nei ristoranti: arrestati imprenditori 

  • Il caso Palamara avvelena Firenze: giudice si prepensiona e accusa la presidente del Tribunale

Torna su
FirenzeToday è in caricamento