Sussi e Biribissi: un'avventura per ragazzi tutta fiorentina

La storia di due ragazzi che, dalle fogne di Firenze, cercano di raggiungere il centro della Terra. Con risultati esilaranti e imprevedibili

Sussi e Biribissi, copertina (Salani Editore)

Per molti toscani è stato il primo romanzo dell'infanzia. Accanto ai più celebri Pinocchio e Gian Burrasca, sul comodino dei piccoli fiorentini un tempo si poteva trovare anche una copia di "Sussi e Biribissi", piccolo ed esilarante capolavoro per ragazzi datato 1902.

Da Firenze al centro della Terra 

Nato dalla penna di Paolo Lorenzini (1876 - 1958), nipote del famoso Carlo Collodi nonché primo direttore responsabile del settimanale Topolino, il libro narra le (dis)avventure di Sussi e Biribissi, due giovani ragazzi legati da una sincera amicizia.

Affascinati dal romanzo "Viaggio al centro della Terra", decidono di intraprendere lo stesso avventuroso percorso narrato nel libro di Jules Verne. Obiettivo: raggiungere le viscere del pianeta partendo dalle fogne di Firenze. 

Comincia così il loro intrepido cammino, lungo il quale incontreranno una indimenticabile galleria di personaggi, spesso animali parlanti come vuole la tradizione di Esopo: tra questi, la talpa Sforacchiona e il pasciuto gatto Buricchio, fedele compagno d'avventura dei due giovani - quanto improbabili - esploratori.

Sussi e Biribissi, ovvero Sancho Panza e Don Chisciotte

Come novelli Ulisse, Sussi e Biribissi vivranno un'avventura colma di imprevisti, con quell'inarrestabile curiosità e desiderio di scoperta che solo i ragazzi possiedono. Ma se il loro viaggio rappresenta una vera e propria Odissea, l'andamento picaresco della narrazione si rifà senza dubbio al Don Chisciotte di Miguel de Cervantes.

Come evidenziato da Boero e De Luca nel saggio "Letteratura dell'infanzia", anche nella loro fisicità Sussi e Biribissi ricordano il cavaliere errante e lo scudiero Sancho Panza, mentre Buricchio rivestirebbe il medesimo ruolo del cavallo Ronzinante.

In entrambi i romanzi, inoltre, sono sempre le fantasticherie della letteratura a dare inzio al viaggio dei protagonisti: così come Sussi e Biribissi rimangono affascinati dal libro di Verne, allo stesso modo la follia di Don Chisciotte è il risultato di una eccessiva esposizione ai romanzi cavallereschi.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Sangue in Piazza Stazione: accoltellato con una mannaia 

  • La terza e ultima stagione de I Medici: tutte le informazioni

  • Ragazzo scomparso a Firenze, l'appello della madre: “Aiutateci, siamo disperati”

  • Meteo, arriva il primo freddo: le previsioni della settimana

  • Tramvia, destra e 5 Stelle attaccano: “No allo scempio, sì al modello cinese senza binari”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento