Migranti: percezione record sugli stranieri ma la realtà è un'altra

Presenti 11% ma percepiti al 28%

Nelle regioni del centro Italia i cittadini hanno una percezione della presenza di cittadini stranieri che non corrisponde alla realtà. Da una ricerca dell'istituto Cattaneo - a cura di Marco Valbruzzi - emerge che in Emilia-Romagna, Toscana, Marche e Umbria gli immigrati rappresentano l'11,1% della popolazione ma per i cittadini la loro presenza si aggira al 27,9%.  Lo studio, basato su dati di Eurobarometro, scompone per aree territoriali la realtà e la percezione del fenomeno migratorio nel Paese.

Nelle regioni ex rosse la presenza effettiva di migranti con l'11,1% batte quella riscontrata da Istat nelle regioni del Nord Ovest (10,7%), del Centro (9,4%), del Nord Est (9%) e del Sud (4,3%).

Analogamente, in Emilia, Toscana, Marche e Umbria si raggiunge una delle divaricazioni maggiori fra la realtà e l'immigrazione percepita dalla popolazione. I cittadini tendono a sovrastimare del 16,8% la diffusione di migranti nel proprio territorio. L'errore di valutazione supera quello degli abitanti delle regioni del Centro (16,5%), del Nord Est (11,1%), del Nord Ovest (10,5%) e viene sopravanzato solo da chi vive al Sud: in questo caso lo iato fra percezione e realtà raggiunge la punta record del 23,2%. 


 

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Ragazza muore travolta dal treno 

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento