Firenze Rocks punta a Lady Gaga e Beyoncè

La terza edizione del Firenze Rocks è alle porte, ma c'è già chi pensa all'edizione numero quattro. La svolta pop (e non solo) cambierà il modo di intendere "Rocks"

Dave Grohl durante il concerto del 2018 al Firenze Rocks

Il Firenze Rocks si conferma un successo, ma nei prossimi anni non è detto che le critiche dei rockettari si plachino. La data con Ed Sheeran potrebbe non essere l'unica svolta pop del festival che tra il 2017 e il 2018 ha portato in Italia alcune delle rock band più famose del mondo: Iron Maiden, Guns 'n' Roses, Foo Fighters, Aerosmith, Eddie Vedder, Ozzy Osbourne e Sistem of a Down.

"Rocks non va inteso come un aggettivo ma come un verbo, come se significasse Firenze spacca - spiega Marco Boraso direttore marketing di Live Nation Italia (organizzatore dell'evento) - non bisogna porre limiti alla musica e ai concerti che possono essere realizzati a Firenze. Rocks può essere tutto, anche pop". Rock quindi inteso come attitudine e non come genere, un "po' come accade nei grandi festival mondiali, non si guarda al tipo di musica ma a quanto l'artista sia popolare in termini di successo". 

Tutte le informazioni sull'edizione 2019

Boraso spiega anche che le scelte dei musicisti sono legate al bisogno di soddisfare le dimensioni del Visarno: ogni data può accogliere un massimo di 65mila persone quindi è necessario trovare un gruppo o un artista che riesca a vendere un abbondante numero di biglietti. 

Portare per il terzo anno consecutivo dei nomi così importanti non è un compito semplice anche perchè la concorrenza europea e mondiale è molto forte, gli artisti devono scegliere dove accettare di esibirsi e "il fatto che Ed Sheeran e The Cure, solo per citarne due di questo anno, ci abbiano detto di sì vuol dire che stiamo diventando sempre più popolari".

Firenze Rocks, le future edizioni

I progetti per i prossimi anni - i lavori per il 2020 sono già iniziati - guardano al mondo femminile da Beyoncè a Lady Gaga. "Le superstar femminili sono sicuramente nella nostra lista dei desideri - afferma il direttore - come anche i grandi del rock che ancora non sono saliti sul palco fiorentino".

Gli organizzatori mirano a rendere il festival internazionale, aperto a rock, pop, rap e r'n'b grazie a cast sempre più eterogenei.

Firenze Rocks e Milano Rocks

Nel 2017 è nato il Milano Rocks, il "fratellino più piccolo di Firenze" così lo definisce Boraso. Due festival simili ma che per il momento si sono differenziati per l'offerta musicale. Firenze più "vecchia scuola" e Milano più "nuova generazione". La domanda che sorge spontanea è come faranno i due a non entrare in competizione, Boraso ribadisce la diversità, pur notando che Ed Sheeran sarebbe stato un nome perfetto vicino a quello dei Twenty one Pilots o di Billie Eilish (saranno a Milano il 31 agosto ndr).

Potrebbe interessarti

  • 10 idee per una gita fuori porta in Toscana per Ferragosto

  • Accadde oggi: il film Amici miei arriva al cinema

  • Furti in casa: tornano i contributi per l’installazione degli allarmi

  • Spioncino digitale: ecco come funziona e perchè sceglierlo

I più letti della settimana

  • Lite per il parcheggio finisce nel sangue: muore residente a Sesto

  • Incendio all'Isolotto: colonna di fumo sulla città

  • Addio allo stress da posto fisso: così amore e viaggio ci hanno cambiato la vita

  • Incidente in montagna sulle Dolomiti: muore escursionista fiorentino

  • Terremoto: nuova scossa, la terra trema ancora

  • Terremoto a Forlì Cesena: la scossa sentita anche in provincia di Firenze

Torna su
FirenzeToday è in caricamento