F.I.L.A. e Istituto degli Innocenti insieme per una “crescita a colori” dei ragazzi

Dal 2006 F.I.L.A. Fabbrica Italiana Lapis ed Affini e l’Istituto degli Innocenti di Firenze hanno attivato una collaborazione sulla base d’importanti intenti comuni che vedono al centro il mondo dell’infanzia.Un’unione che ha portato l’Azienda simbolo dei colori ad essere partner della proposta educativa del Museo degli Innocenti e della Bottega dei ragazzi sotto i claim “Crescere a colori al Museo degli Innocenti” e “Crescere a colori alla Bottega dei ragazzi”.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FirenzeToday

L’incontro delle due realtà nasce infatti per dare ai più piccoli un luogo e soprattutto degli spunti per conoscere, sperimentare, creare, crescere in armonia. F.I.L.A. aggiunge così il suo know how e tutto il materiale utile per dare forma alla creatività, supportando concretamente le attività che prendono vita nella Bottega dei ragazzi che realizza laboratori creativi per bambini dai 3 agli 11 anni, sviluppati secondo i principi dell’imparare facendo, filosofia che rinnova la tradizione degli Innocenti e lo stile delle antiche botteghe rinascimentali. Ad accompagnare bambini e famiglie nel corso del 2018, 12 open day con attività gratuite proposte a bambini e famiglie e ben 300 laboratori per classi delle scuole dell'infanzia, primaria, secondaria di primo grado. I laboratori diventano così il luogo dove sperimentare varie tecniche artistiche, viaggiare alla scoperta di Firenze e delle sue meraviglie, fino a scoprire l’affascinante storia dell'infanzia trascorsa agli Innocenti, una storia iniziata nel 1419, anno della sua nascita, e contrassegnata dalla prima bambina accolta, Agata Smeralda, nel 1445: un impegno lungo sei secoli che classifica l’Istituto degli Innocenti come la più antica Istituzione pubblica italiana dedicata alla tutela dell’infanzia, un’attività ininterrotta a favore dei bambini, delle madri e delle famiglie. Il percorso proposto dall’Istituto si snoda poi tra le bellezze del Museo degli Innocenti che intreccia arte, architettura, storia dell’infanzia ma anche l’impegno nella tutela e promozione dei diritti dei minori.

Accanto alle biografie e memorie dei “Nocentini” che si trovano al piano interrato, accanto agli spazi progettati da Filippo Brunelleschi e alle opere di Sandro Botticelli, Domenico Ghirlandaio, Bartolomeo di Giovanni, Piero di Cosimo, Neri di Bicci, Luca e Andrea della Robbia e Giovanni del Biondo al secondo piano del Museo, da due anni trova spazio, grazie al contributo di F.I.L.A., anche “La Storia nella Matita”, un’installazione unica nel suo genere, un punto di incontro tra passato e futuro, un grande libro che invita il pubblico in visita ad imprimere suggestioni e ricordi attraverso l’utilizzo di un oggetto senza tempo, la matita, e lasciare una traccia del proprio passaggio attraverso un messaggio o un disegno: un invito dunque a prendere parte alla storia collettiva di questo luogo unico. La proposta per i ragazzi e le loro famiglie studiate dall’Istituto degli Innocenti e supportate dall’Azienda, si completa poi con il kit di visita al Museo per le famiglie.

La creatività e la tutela dell’infanzia dunque si abbracciano, e a far da sfondo, una città incantevole, Firenze, simbolo dell’arte, sede dell’Istituto degli Innocenti e città natale della Fabbrica Italiana Lapis ed Affini. __ F.I.L.A. (Fabbrica Italiana Lapis ed Affini), nata a Firenze nel 1920 e gestita dal 1956 dalla famiglia Candela, è una Società italiana e una delle realtà industriali e commerciali più solide, dinamiche, innovative e in crescita sul mercato. Dal novembre 2015, F.I.L.A. è quotata alla Borsa di Milano, segmento STAR. L’azienda, con un fatturato di oltre 510 milioni di euro al 31 dicembre 2017, ha registrato negli ultimi vent’anni una crescita significativa e ha perseguito una serie di acquisizioni strategiche, fra cui l’italiana Adica Pongo, le statunitensi Dixon Ticonderoga ed il Gruppo Pacon, la tedesca LYRA, la messicana Lapiceria Mexicana, l’inglese Daler-Rowney Lukas e la francese Canson fondata dalla famiglia Montgolfier nel 1557.

F.I.L.A. è l’icona della creatività italiana nel mondo con i suoi prodotti per colorare, disegnare, modellare, scrivere e dipingere grazie a marchi come Giotto, Tratto, Das, Didò, Pongo, Lyra, Doms, Maimeri, Daler-Rowney, Canson, Princeton e Strathmore. Fin dalle sue origini, F.I.L.A. ha scelto di sviluppare la propria crescita sulla base dell’innovazione continua, sia di tecnologie sia di prodotti, col fine di dare alle persone la possibilità di esprimere le proprie idee e il proprio talento con strumenti qualitativamente eccellenti. Inoltre, F.I.L.A. e le aziende del Gruppo collaborano con le Istituzioni sostenendo progetti educativi e culturali per valorizzare la creatività e la capacità espressiva degli individui e per rendere la cultura un’opportunità accessibile a tutti. F.I.L.A. è attiva con 27 stabilimenti produttivi (due dei quali in Italia) e 40 filiali nel mondo e impiega circa 9.000 persone.

Torna su
FirenzeToday è in caricamento