Eclissi di luna: ecco quando e dove osservarla

Dopo l’eclissi totale del 21 gennaio 2019, il nostro satellite sarà ricoperto parzialmente dal cono d’ombra della Terra anche nel mese di luglio

Eclissi lunare (www.astronomitaly.com)

Dopo il fenomeno della "Luna Rossa" di gennaio 2019, il nostro satellite torna a dare spettacolo. Anche nel mese di luglio, tutti con il naso all'insù per osservare un’eclissi parziale di Luna, durante la quale il satellite sarà ricoperto parzialmente dal cono d’ombra della Terra.

Eclissi di luna: data e orari

L'appuntamento è per la notte del 16 luglio 2019, data in cui il fenomeno sarà visibile in tutta Italia. A differenza dell’ultima eclissi, avvenuta il 21 gennaio 2019, la Terra oscurerà con il suo cono d’ombra la Luna in modo parziale.

La parte oscurata sarà tra il 55 e il 70% e interesserà la Luna a partire dalle 20:42. A partire da quest’ora inizierà la penombra, mentre la parzialità, invece, comincerà alle 22:01 UTC, per poi raggiungere il suo massimo alle 23:31. Alle 01:00 terminerà la parzialità, mentre alle 02:19 terminerà la penombra.

Come osservare (e fotografare) l’eclissi

Come riportato dal sito AstronomItaly, a differenza dell’eclissi di Sole, che necessita di appositi strumenti per essere osservata al meglio (vetrini oscurati, filtri solari) senza danni alla vista, l’eclissi parziale può essere osservata tranquillamente a occhio nudo o, meglio ancora, con l’ausilio di strumenti ottici quali binocoli o telescopi.

Ci sono diversi modi di fotografare l’Eclissi di Luna: indispensabili un treppiedi e un telecomando per lo scatto remoto (se la telecamera non è già predisposta per l’autoscatto).

La fotocamera deve essere dotata di impostazioni manuali per poter fotografare la Luna senza saturarla e trovando la giusta combinazione tra tempo di esposizione e sensibilità ISO. Il metodo più semplice è dotarsi di un telescopio o un obiettivo di lunga focale che ti permetta di aumentare gli ingrandimenti.

A meno che non si abbia in dotazione un Astro-inseguitore, la regola è che ad ingrandimenti più elevati bisogna impostare tempi di esposizione più brevi per evitare il mosso. Una impostazione ad esempio di 1/250 e 400 ISO potrebbe essere un buon punto di partenza.

L'eclissi di Luna a Firenze

Dove osservare l'eclissi di Luna del 16 luglio a Firenze? Non avete che l'imbarazzo della scelta: dal Pian dei Giullari a Montemorello, da Bellosguardo alle Cave di Maiano, i punti di osservazione sono tanti e tutti bellissimi.

Se invece siete impossibilitati a uscire, potrete godervi l'evento comodamente seduti sulla poltrona di casa: basterà collegarsi al sito del Virtual Telescope, che il 16 luglio 2019 mostrerà in diretta l’eclissi parziale di Luna.

Potrebbe interessarti

  • L'Enigma del Mostro di Firenze in tv

  • Le mostre da non perdere quest'estate a Firenze

  • Tea tree oil, gli usi per la cura del corpo e della casa

  • Eventi da non perdere a luglio

I più letti della settimana

  • Tragedia per un fiorentino in vacanza: muore in mare

  • Carola Rackete: la Regione Toscana pensa ad un riconoscimento per la capitana della Sea Watch

  • Muore nell'ex ospedale in malora: "Una tragedia annunciata"

  • Outlet di Barberino del Mugello, cambia la proprietà

  • Da Renzi a Carlo Conti: tutti pazzi per Face App, il trucco per invecchiare

  • Sesso a pagamento: si cresce poco, cala il prezzo delle escort

Torna su
FirenzeToday è in caricamento