Da ex macello a nuovo centro veterinario / FOTO

Inaugurata la nuova sede di igiene urbana veterinaria

Centro veterinario (foto Usl Centro)

Da ex macello a nuovo centro veterinario in viale Cosica.  E' stata restaurata una parte del macello monumentale di Firenze, progettato da Giuseppe Poggi nel 1865, che nei suoi centocinquanta anni di attività ha visto il sacrificio di milioni di animali. Oggi i circa mille metri quadrati dell’immobile di viale Corsica, che hanno mantenuto l’architettura originale Lorenese, sono diventati una struttura moderna e funzionale alla gestione e alla tutela degli animali.

La nuova sede fiorentina di igiene urbana veterinaria, diretta da Enrico Loretti, è stata inaugurata ieri dall’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi e dal direttore amministrativo della Asl Toscana centro, Valeria Favata.E' quanto comunicato dalla Usl Toscana Centro.

Da ieri sono ricoverati nella struttura cinque animali: tre cani, una volpe e una poiana.

l presidio è articolato in area direzionale con uffici e segreteria e area operativa, con i seguenti locali: ambulatori di sanità pubblica veterinaria aperti al pubblico per attività istituzionali di certificazione e valutazione sanitaria e trattamento degli animali randagi, sala chirurgica, due locali di degenza, distinti, per cani e gatti, una sala per gli eventi formativi ed un ulteriore presidio per i soccorritori.

Le aree interne ristrutturate coprono una superficie di quasi 400 mq, mentre l’importo complessivo dei lavori è risultato di 530.000 euro con un investimento economico totale di 620.000 euro.

L’unità funzionale di igiene urbana veterinaria nasce come struttura di risposta specialistica alle esigenze di sanità pubblica in materia di animali d’affezione e di città. L’organico della struttura è di 22 addetti, distribuiti su tre presidi.

Sono oltre cinquemila gli utenti che ogni anno si presentano agli uffici del presidio fiorentino.

La Toscana resta ancora una regione caratterizzata da una forte presenza di animali d’affezione (un cane ogni 8 abitanti): solo nell’Azienda USL Toscana centro sono complessivamente 170959 presenti nel territorio di cui 28.272 presenti nell’area fiorentina.

Notevole anche la lotta al randagismo: l’indice di restituzione è pari al 72% e quindi di buon esito e tra restituzione e l’adozione l’indice arriva alla positiva percentuale del 98%.

Il presidio si occupa anche di soccorrere la fauna selvatica: l’anno scorso sono stati recuperati 1299 volatili e 1053 mammiferi tra questi scoiattoli, daini, caprioli, cervi e lupi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ragazzo scomparso: trovato morto, deceduto in incidente stradale

  • Sangue in Piazza Stazione: accoltellato con una mannaia 

  • La terza e ultima stagione de I Medici: tutte le informazioni

  • Ragazzo scomparso a Firenze, l'appello della madre: “Aiutateci, siamo disperati”

  • Meteo, arriva il primo freddo: le previsioni della settimana

  • Tramvia, destra e 5 Stelle attaccano: “No allo scempio, sì al modello cinese senza binari”

Torna su
FirenzeToday è in caricamento