Addetti Vendita Flying Tiger Copenhagen a Firenze L-68

Settore: Commercio E Servizi / Grande Distribuzione / Addetto Vendite
Azienda: TIGER ITALIA 1 SRL
Data annuncio: 07/06/2019
Sede di lavoro: Firenze
L'Addetta/o Vendite (commessa/o) Tiger si occupa a 360° delle attività inerenti alla conduzione del negozio: il lavoro è tanto vario quanto dinamico; nessuno si annoia e tutti sono molto attivi.

E' richiesta la conoscenza almeno scolastica della lingua Inglese e la capacità di utilizzo del p.c. con particolare riguardo a "Excel" (utente base).

Necessaria è la capacità di sostenere ritmi di lavoro elevati e talora frenetici. Indispensabile è lo spirito collaborativo e l'approccio positivo verso Colleghi e Clienti.

Per la presente ricerca costituisce titolo preferenziale l'esperienza in mansioni di addetto vendita per almeno due anni in aziende della Grande Distribuzione Organizzata (supermercati, ipermercati, ecc...); ulteriore titolo preferenziale è rappresentato dal possesso dei requisiti professionali per la somministrazione di alimenti e bevande (attestato SAB o il vecchio REC; non è sufficiente il solo attestato HACCP).

Requisiti minimi

Appartenere alle categorie protette, art.1 o art. 18 della L-68.                                                  Conoscenza scolastica della lingua Inglese.
Capacità di utilizzo del p.c. con particolare riguardo a "Excel" (utente base).
Una pregressa esperienza in ambito GDO è decisamente apprezzata.

Requisiti desiderati

SI a chi da solo se la sbriga su tutti i fronti, chi sappia ma soprattutto sappia fare, chi metta le mani in pasta, chi non abbia paura di sporcarsi le mani, chi non si lamenti, chi sia autonomo e sappia risolvere i problemi e non crearne... cerchiamo umili vignaiuoli, che sappiano apprezzare ciò che viene loro dato da coltivare.

NO a pigri, saputelli, ottusi, ipocriti, raccomandati, entrature, intrallazzi, terrazze, caminetti, faccendieri, ciambellani, cortigiani, affabulatori, ignoranti o ignorati...

www.flyingtiger.com

Candidati per questo lavoro

Torna su
FirenzeToday è in caricamento